Basilico
( Ocimum basilicum )



Basilico Basilico

FAMIGLIA: Laminaceae (Labiatae)
NOMI COMUNI: Baxaico, basaco, basiri, basilich, bazaleco, bergamo', vasileche, frabica, affabica.
LA DROGA: Le foglie e le sommita' fiorite.
QUANDO SI RACCOGLIE: Le foglie si raccolgono da maggio a settembre, a mano a mano che raggiungono la loro massima dimensione, recidendole alla loro inserzione sul fusto; le sommita' fiorite si raccolgono in luglio - settembre tagliando il fusto con le forbici due tre foglie sotto l'infiorescenza.
PROPRIETÀ: Digestive, antispasmodiche, aromatiche, antiinfiammatorie.
PRINCIPI ATTIVI: Olio essenziale.


COME SI USA LA DROGA

Questa pianta, cara alla cucina mediterranea e in particolare a quella ligure, possiede non solo gradevoli caratteristiche aromatiche ma anche particolari virtu' salutari. Gia' il suo impiego in cucina rappresenta un primo passo verso il completamento di una buona digestione. L'uso del Basilico e' piu' diffuso di quanto si creda soprattutto nelle conserve e nei liquori.

Nella pratica erboristica il Basilico si impiega per stimolare i processi digestivi e per attenuare i crampi allo stomaco. Infine, in relazione al suo contenuto in olio essenziale, si possono attribuire al Basilico leggere proprieta' antisettiche.

USO INTERNO

Le foglie o le sommita' fiorite: Per facilitare la digestione ed attenuare i crampi allo stomaco e all'intestino.

Infuso: 3 grammi in 100 ml di acqua. Una tazzina dopo i pasti all'occorrenza.

USO ESTERNO

Le foglie o le sommita' fiorite: Per bocca e gola infiammate, per purificare l'alito.

Infuso: 6 grammi in 100 ml di acqua. Fare sciacqui e gargarismi piu' volte al giorno.

USO COSMETICO

Per ottenere un bagno aromatico, tonificante e deodorante, gettare un pugno di foglie di Basilico nell'acqua del bagno (mettere sempre le erbe in un sacchetto di tela spessa).
L'acqua distillata del basilico e' un ottimo tonico analcoolico.